Come rispondere a “Come stai?” Come un madrelingua inglese

“How are you?”

Questa domanda è l’inizio di tante conversazioni in inglese e anche una fonte di confusione per altrettanti studenti di lingua inglese.

Lo sappiamo, perché i nostri studenti spesso ci chiedono: “Qual è la risposta corretta a  ‘How are you’?”  dopo aver capito che la risposta standard che hanno imparato in classe (“I’m fine, thank you. And you?”) non è poi così comune nella vita reale.

Il lato positivo è che non c’è un solo modo di rispondere a questa domanda. Se non ti senti bene, puoi dire “I’m feeling under the weather.”. (“Mi sento poco bene“) E se stai andando alla grande, sentiti libero di dire solo quello!

Ma se davvero non hai niente da dire sulla tua condizione attuale, ti mostreremo alcune frasi popolari in inglese che la gente usa per rispondere a “How are you?”, così come alcuni modi per renderle più interessanti, così potrai iniziare la tua prossima conversazione in inglese con il piede giusto

Option 1: “Hi. How are you?”

Stranamente, molte persone rispondono semplicemente a Hi. How are you?”con un altro “Hi. How are you?” Per esempio, nel seguente video, un uomo americano inizia una conversazione con 10 suoi amici a Los Angeles e scopre che la maggior parte di loro risponde “Hi. How are you?” o qualche variazione di esso.

A meno che non stiate parlando con un amico, “How are you?” è spesso solo un modo per salutare qualcuno. Pensatelo come un “Hello.” più elaborato.

Option 2: “I’m Fine.”

Che ci crediate o no, i vostri corsi di inglese non avevano torto quando vi hanno insegnato a dire “I’m fine.” (Risposte neutre come “I’m fine” sono, senza dubbio, una delle risposte più popolari a “How are you?” 

Come spiega uno studioso di linguistica, “Anche se sembra che la persona stia facendo una domanda aperta, la trattiamo come una domanda chiusa, in cui ‘bene’ o ‘a posto’ è tutto ciò che è … previsto”.

Un antropologo americano una volta ha osservato che anche le persone negli ospedali che soffrivano di gravi malattie dicevano che stavano bene nella conversazione.

Quindi I’m fine” è una buona risposta di default. A differenza delle risposte positive o negative (“I’m doing great!” o “I’m not OK.”), le risposte neutre come questa servono a due scopi:

  1. Risparmiano all’ascoltatore di sentire il bisogno di essere emotivamente investito in voi.
  2. Ti evitano di dover rivelare troppo della tua vita.

Di seguito ci sono alcune frasi in inglese più popolari che la gente usa al posto di “I’m fine.”

I’m good / well. 

Alcune persone dicono che “I’m well” è il modo corretto di rispondere a How are you?”  mentre altri insistono che  “I’m good”è grammaticalmente corretto.

La verità è che sia “I’m good” che “I’m well” vanno bene e sono comunemente usati nella conversazione. Come spiega il Chicago Manual of Style, “‘I’m good’ è la risposta slang attualmente popolare, e ‘I’m well’ è la risposta formale”.

  • I’m good, thanks.
  • I’m well. How are you?

I’m OK / alright.

Se cadete, qualcuno probabilmente vi chiederà: “Are you OK?” o “Are you alright?” “. Se non sei ferito, la tua risposta sarebbe “SI’m OK / alright.”. Questa è l’idea generale dietro “OK” e “alright”.

Ecco un esempio di conversazione in cui uno degli interlocutori dice: ““I’m alright, thank you.”.

I’m doing well / OK / alright / fine.

Puoi anche usare la frase  “I’m doing …”  con un avverbio per dire come stai. Gli avverbi più comuni sonowell,” “OK,” “alright,” e “fine.” 

Not (too) bad.

Un altro modo per dire che stai bene è dire che sei “not bad” o “not too bad.”. Questa frase è spesso accompagnata da un’espressione come questa:

Espressione che accompagna la risposta "not bad".


“Not too shabby” è un modo più informale di dire“not bad.” Per esempio, “Not too shabby. What about you?”

Can’t complain.

Un altro modo per dire “not too bad” è “can’t complain.” Dopo tutto, se la tua vita non è troppo male, non puoi davvero lamentarti! Per esempio:

  • Not too bad. Can’t complain. You?
  • Can’t complain. What’s going on with you?
  • Can’t complain. Could always be worse! How about you?

Pretty good.

“Pretty good” è un altro modo per dire “not too bad,” anche se è in positivo.

  • Pretty good. What about you?
  • Pretty good, thanks.

Same old, same old.

Se la tua vita non è cambiata molto, è la “same old”  vita. Alla domanda ““How are you?”

  • Same old, same old. You?
  • Oh you know, same old same old. Still busy with work and stuff.

Option 3: Aggiungi un piccolo dettaglio

Se non vuoi sembrare troppo indifferente quando rispondi a How are you?”,, ma anche non vuoi rendere la conversazione più lunga del necessario, espandi le risposte neutre di cui sopra con un po’ di dettagli.

Aggiungi un piccolo dettagli conjust

Puoi aggiungere qualche dettaglio usando la parola “just.” Per esempio:

  • I’m good. Just had a big lunch and feeling a little sleepy.
  • I’m alright. Just kinda tired. What about you?
  • Not too bad. Just having a chill day.

Aggiungi un dettaglio negativo con un tocco positivo

Come dice  Merriam-Websters, quando si chiede “How are you?,”, le persone “tendono a minimizzare le cose negative”. Così, quando condividono qualcosa di negativo, spesso aggiungono un tocco positivo alla fine. Dopo tutto, in inglese è comune condividere le cattive notizie prima di quelle buone.

  • I’m alright. I’m not doing too well, but I’m hanging in there.
  • Not too bad. I’ve been down with a cold for a week, but I’m getting better!

Aggiungi un dettaglio divertente.

Se la situazione in cui ti trovi ti permette di essere divertente, puoi prendere “How are you?” come un’opportunità per fare una battuta sulla tua vita. Tanto vale iniziare la conversazione con una nota leggera!

  • Oh you know, same old same old. Still doing the same job and hating every minute of it.
  • Can’t complain. My laptop died just as I was about to submit a paper and then my bike was stolen, but hey, at least I didn’t get run over by a car! 

Inizia una conversazione!

Ora che sai come iniziare una conversazione in inglese,  fallo! 

E se hai bisogno di fare pratica con le conversazioni o sei semplicemente alla ricerca di consigli utili per l’apprendimento della lingua, non esitare a contattare uno dei nostri tutor. La tua prima lezione è gratuita!