Acronimi Inglesi Popolari più Vecchi di quanto Pensi

Sapevi che l’acronimo “OMG” ha più di 100 anni? Gli anglofoni usano tonnellate di abbreviazioni e acronimi nella vita quotidiana, e molti hanno una storia più lunga di quanto si pensi.

Qui ce ne sono cinque utili che hanno resistito al tempo. Queste saranno probabilmente usate per sempre, quindi assicurati di impararle oggi stesso!

1. P.S.

L’abbreviazione “P.S.” risale al XVI secolo. Sta per “postscript”, che significa “scritto” (“post”) e “dopo” (“script”). P.S. si riferisce tradizionalmente al testo scritto dopo una firma su una lettera.

P.S. usato in una lettera di un soldato che combatteva nella prima guerra mondiale

In tempi recenti, la gente continua a usare il P.S. nelle e-mail e nei messaggi di testo, di solito senza i punti (“PS”). Anche se l’autore di un’e-mail o di un messaggio di testo non firma il suo nome, potrebbe comunque usare il P.S. per marcare un ripensamento. 

  • Hey Sarah, great catching up today. PS Here’s the Youtube video I was telling you about.
    (Ehi Sarah, è stato bello ritrovarsi oggi. PS Ecco il video di Youtube di cui ti parlavo.)
  • Hi Drew, I’ll be there on Sunday. PS You won’t believe what happened to me today.
    (Ciao Drew, ci sarò domenica. PS Non crederai a quello che mi è successo oggi.)

Alcune persone usano P.S. da solo, mentre altre lo usano con i due punti (“PS:”), un trattino (“PS-“), o un punto (“PS.”).

2. RSVP

“RSVP” è un’abbreviazione che deriva dalla frase francese “Répondez s’il vous plaît”, che significa ” Si prega di rispondere”.

È stato usato in inglese dal XIX secolo ed era tradizionalmente scritto “R.S.V.P.”. La gente lo scriveva in fondo alle lettere d’invito per richiedere una risposta.

Ai giorni nostri, vedrete RSVP usato sui biglietti d’invito fisici così come sugli inviti online

Sentirete anche la gente dire “RSVP” nella vita reale. 

  • Make sure to RSVP for the event by this Thursday!
    (Assicurati di RSVP per l’evento entro questo giovedì!)
  • Dan sends out holiday party invitations early so guests have enough time to RSVP.
    (Dan manda gli inviti per le feste in anticipo in modo che gli ospiti abbiano abbastanza tempo per rispondere.)

RSVP è anche usato come sostantivo.

  • Attendance is free, and an RSVP is not required.
    (La partecipazione è gratuita e non è richiesta una RSVP.)

3. OMG

Probabilmente non c’è bisogno di dirvi che “OMG” sta per “Oh My God” (“Oh mio Dio”). Ma sapevate che questa abbreviazione era usata già nel 1917?

Puoi vederla in fondo a questa lettera a Winston Churchill.

Al giorno d’oggi, probabilmente non useremmo OMG con nessun capo di stato – per non parlare di tutti questi punti esclamativi. 

4. R.I.P.

R.I.P. sta per “rest in peace” (“riposa in pace”) ed è stato scritto sulle lapidi cristiane per secoli.

In contesti informali, vedrete spesso “RIP” (senza punti). Per esempio, quando qualcuno muore, di solito si vede la gente usare “RIP” prima del suo nome. Ecco un tweet scritto in memoria del giocatore di basket Kobe Bryant che utilizza l’hashtag #RIPKobe.

A causa della sua associazione con la morte, “RIP” appare anche in molte decorazioni di Halloween.

Gente che scrive RIP con il caramello sui biscotti per Halloween

Negli ultimi decenni, RIP è diventato anche un’espressione gergale che si pronuncia come il verbo “rip” (“strappare”). 

5. xx

“xx” o “xxx” significa “baci” e puoi usare tutte le X che vuoi. xx è comunemente usato alla fine di lettere e messaggi di testo. Per esempio, qualcuno potrebbe firmare una lettera con “Con amore, Jane xx”.

Si crede che l’associazione tra le X e i baci derivi da una pratica comune nel Medioevo. Uno studioso spiega sul Washington Post che gli analfabeti spesso firmavano documenti con una X e poi baciavano la loro “firma” per mostrare che erano seri.

Alla fine, le X divennero un simbolo per i baci stessi. Per esempio, l’Oxford English Dictionary cita una lettera del 1894 di Winston Churchill, dove scrisse:“Please excuse bad writing as I am in an awful hurry. (Many kisses.) xxx WSC.”  (Chiedo scusa per la cattiva scrittura perché sono in una fretta terribile. (Molti baci.) xxx WSC.)

Questa pratica rimane comune tra gli inglesi. Un sondaggio del 2014 su quasi 600 persone, di età compresa tra i 15 e i 71 anni e che vivono al 90% nel Regno Unito, ha rivelato che “il 95% di loro ha usato ‘xx’ in messaggi di testo, e-mail e messaggi istantanei”.

Spesso le X sono usate per rendere un messaggio di testo più amichevole. Per esempio, “OK xx” e “on my way xx” suonano più amichevoli che semplicemente “OK” o “on my way”.

  • Sorry, I have no idea! Xx
    (Mi dispiace, non ne ho idea! xx)
  • Thanks anyways xx
    (Grazie comunque xx)
  • Could you transfer me the money when you can? xx
    (Potresti inviarmi i soldi quando puoi? xx)
  • Get well soon! xx
    (Guarisci presto! xx)

Fai solo attenzione ad usare le X con persone di altri paesi di lingua inglese. Per esempio, mentre le X hanno preso piede tra le giovani donne negli Stati Uniti, molti americani potrebbero ancora interpretare le X come un segno di flirt!

PS

Vuoi:

  • migliorare la tua capacità di parlare inglese?
  • imparare l’inglese reale invece dell’inglese da manuale?
  • praticare la conversazione in inglese?

Se stai pensando “OMG questo sembra fatto per me”, allora iscriviti a una lezione gratuita con un tutor Engoo! I nostri tutor sono disponibili 24/7 e hanno aiutato centinaia di migliaia di studenti a diventare fluenti in inglese.