Perché non si è mai troppo vecchi per imparare una lingua straniera

“Sono troppo vecchio per imparare una nuova lingua.”
“Non si possono insegnare nuovi trucchi a un vecchio cane.”

Probabilmente hai già sentito affermazioni di questo tipo. 

Ma quanto è vero?

Cosa dicono gli esperti

Per prima cosa, dovremo passare al concetto di “neuroplasticità”, che si riferisce alla capacità del cervello di cambiare in risposta a nuove esperienze (ad esempio, aiutarti ad imparare).

Poiché la neuroplasticità diminuisce con l’età, il cervello peggiora nel cambiare se stesso. Questo è ciò che ci rende più difficile ricordare le cose nuove man mano che invecchiamo.

Tuttavia, questo non significa che il nostro cervello smetta di cambiare del tutto. Infatti, gli scienziati sottolineano che il nostro cervello continua a cambiare dinamicamente ogni giorno, anche da adulti

Inoltre, dobbiamo tenere presente che la memoria non è tutto ciò che serve per imparare le lingue. Per esempio, il poliglotta Steve Kaufmann sostiene che apprende meglio con l’età, In parte perché più invecchia, più capisce se stesso e come impara meglio.

I ricercatori del settore sottolineano spesso anche che gli adulti sanno già un’altra lingua, il che li aiuta ad imparare più velocemente. 

  • A livello di base, questo significa che se la tua lingua madre ha somiglianze con quella che stai imparando, sarà più facile imparare quella nuova. Ad esempio, se sai già leggere l’alfabeto latino, non hai bisogno di ri-impararlo quando impari l’inglese, il francese, il vietnamita o qualsiasi altra lingua che abbia le stesse lettere!
  • A un livello più profondo, questo significa che, a differenza dei bambini, hai già una concezione del mondo. Per esempio, un bambino di tre anni potrebbe non sapere cosa sia una ruota, mentre tu lo sai. Così, quando si cerca di imparare la parola in un’altra lingua, non è necessario “reinventare la ruota” nella propria mente. Basta imparare la parola e mapparla sulla base delle conoscenze preesistenti.

Così, almeno secondo gli esperti, si possono insegnare nuovi trucchi a un vecchio cane. Ma come allievi più anziani, dobbiamo usare i metodi giusti ed essere realistici.

Che metodi usare?

Vediamo le principali ragioni per cui gli adulti non parlano correntemente una lingua e quali metodi applicare per risolvere questi problemi.

1. Abbiamo delle idee sbagliate su noi stessi che ci trattengono.

Nel corso della nostra vita, possiamo aver sviluppato alcune idee sbagliate su noi stessi che ci impediscono di raggiungere il nostro pieno potenziale. Per esempio, molti di noi adulti credono che non siamo bravi a imparare le lingue o che non diventeremo mai fluenti perché siamo timidi.

Se questo sembra simile a ciò che pensi,leggi questo articolo per sciogliere tali idee sbagliate.

2. Non abbiamo nessuno con cui parlare nella lingua che vogliamo imparare.

Per fortuna, al giorno d’oggi, anche se non riusciamo a trovare qualcuno con cui praticare la lingua, ci sono molti modi gratuiti per parlare inglese online.

Hai anche la possibilità di scegliere di assumere un tutor. Come spiega un anziano sul sito di Association of Retired Persons (AARP), “Per molte persone (me compreso), aggiungere almeno un pizzico di apprendimento individuale al mix e  un tutor che si concentra su di te soltanto per un’ora o giù di lì alla volta può fare una differenza cruciale.”

E se non riesci a trovare un tutor per lezioni dal vivo, prova un docente online. Su Engoo, abbiamo migliaia di tutor pronti ad aiutarvi 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Il nostro modello di abbonamento mensile incoraggia anche gli studenti a fare una lezione al giorno, in modo che parlare inglese diventi un’abitudine in poche settimane e una necessità in pochi mesi.

3. “Ma non parlerò mai come un madrelingua.”

È vero che, da studenti più anziani, probabilmente non diventeremo così fluenti come un bambino che impara una lingua. Tuttavia, non è impossibile. 

Dopotutto, hai lo stesso tratto vocale dei madrelingua. Si tratta di imparare ad usarlo, il che richiede molta pratica e di solito l’aiuto di un dialect coach o uno specialista di accent reduction.

Ma vuoi davvero fare tutto il percorso per diventare “madrelingua” in una lingua quando tutto ciò di cui hai bisogno è poter comunicare?

Dai TED talks, è chiaro che non abbiamo bisogno di parlare inglese come un madrelingua per essere fluenti. Per esempio, ascolta questo discorso di un giornalista Russo, quest’altro di un banchiere Brasiliano, e questo di uno scienziato cinese.

E che ci creda o no, i non madrelingua inglesi sono ora più numerosi dei madrelingua in un rapporto di quattro a uno. Di conseguenza, la maggior parte delle conversazioni in lingua inglese oggi non coinvolge un solo madrelingua.

Uno dei nostri studenti giapponesi se n’è reso conto dopo essersi trasferito a Berlino: “È importante che la gente si liberi dell’idea di dover parlare perfettamente l’inglese. Vivendo qui a Berlino, nessuno parla un inglese perfetto”.

Quindi non c’è davvero bisogno che nessuno di noi sembri completamente nativo inglese. Dobbiamo solo diventare abbastanza fluenti per comunicare senza limiti.

Molti adulti hanno imparato le lingue straniere… E anche tu puoi!

Infine, oltre agli illustri personaggi dei TED Talks di cui sopra, ricorda che nel corso della storia, milioni di adulti hanno dovuto trasferirsi in un’altra parte del mondo e imparare la lingua del loro nuovo Paese.

La maggior parte di loro non ha imparato la nuova lingua nella cosiddetta “età più adatta per imparare una lingua”. Molto probabilmente non sono diventati quasi madrelingua e probabilmente hanno dimenticato le parole di tanto in tanto, ma sono riusciti a comunicare e a vivere in un nuovo Paese.

Inoltre, da adulti, imparare una lingua è un ottimo modo per allenare il cervello. Quindi, oltre a diventare fluente, la ricerca dice che si potrebbe anche essere in grado di ritardare l’insorgere della demenza

Allora, cosa stai aspettando? Inizia a imparare oggi stesso! E assicurati di iscriverti a Engoo. La tua prima lezione è gratis!